domenica 10 giugno 2012

Come scegliere l'ospedale dove far nascere il proprio bambino

Dieci utili domande per le future mamme e i futuri papà che hanno deciso di partorire in ospedale, per aiutarli a scegliere la struttura più adeguata alle loro esigenze. 
La scelta dell'ospedale, non solo in base all'ambiente della sala parto, ma  soprattutto informandosi sulle procedure che riducano la medicalizzazione in favore di un evento nascita più naturale possibile, è fondamentale per vivere un'esperienza più vicina ai propri desideri.
Ci possono essere notevoli differenze fra le varie strutture...!

(foto1)


(foto2)


di Ostetrica Elena Volpe da ostetriche libere professioniste
1. “Chi può stare con me durante travaglio e parto?”
Le strutture “amiche della mamma” lasceranno la donna decidere chi vuole accanto durante la nascita. Questo include padri, compagni, figli, altri membri della famiglia o amici.
Permetteranno inoltre che le donne vengano accompagnate da una persona professionista, come una ostetrica libera professionista, specializzata nel seguire il travaglio, cha possa incoraggiare e confortare la mamma , non lasciando mai da sola, sostenendola per tutto il tempo e dopo la nascita.
2. “Cosa accade durante un travaglio e una nascita fisiologici nella vostra struttura?” ...

3. “Cosa fate per rispettare i diversi credi culturali e religiosi delle madri?” ...
4. “Posso camminare e muovermi durante il travaglio? Quale posizione consigliate per il parto?”
5. “Come vi assicurate che ci sia una buona cooperazione quando il ginecologo oppure l’ostetrica devono lavorare insieme?”
6. “Cosa fate normalmente alle donne durante il travaglio?”
7. “Come aiutate le madri a restare tranquille? A parte anestetici, cosa fate per alleviare il dolore del travaglio?”
8. “Cosa accade se il mio bimbo nasce prematuro o con dei problemi?”
9. “Circoncidete i bambini?”
10. “Come aiutate le mamme che vogliono allattare al seno?”
Leggi tutto sul blog ostetriche libere professioniste